Simone Cardilli rilascia Tiger Speed ,

Tiger Speed (si pronuncia come Tigre Veloce) è un piccolo e completo tool che permette di ricercare velocemente file (di tutti i generi) attraverso i portali dedicati a tale scopo. Caratteristiche Leggero ed essenziale, in una unica operazione il software interroga i vari motori di ricerca (che deve scegliere l’utente) proponendo i risultati in maniera semplice e veloce. Una volta … Continua a leggere

Simone Cardilli colpisce Microsoft e Rockstar Games

Ultime Notizie : Sembrerebbe che Simone Cardilli sia riuscito a sviluppare una modifica per il gioco Grand Theft Auto : IV che riesce a mandare in crash i server di rockstar games causando cosi la disconnessione e il blocco totale della console Microsoft xbox 360 agli utenti di xbox live. Microsoft e rockstar games provvederanno a questo disagio con qualche … Continua a leggere

Simone Cardilli

Abbiamo più volte parlato di siti “hacker” oggi vi presentiamo: simonecardilli2.tk, è un sito web di download diretto, con più di 24 software in continuo aggiornamento da scaricare gratuitamente, I programmi sono di genere “hack tools” creati da un ragazzo chiamato Simone Cardilli molto famoso per le sue capacità informatiche , i programmi sono veramente belli anche se personalmente credo … Continua a leggere

Apple brevetta il 3D senza occhialini

Apple brevetta il 3D senza occhialini Cupertino mette le mani su un brevetto per la realizzazione di schermi con effetto stereoscopico incorporato, senza la necessità di occhialini o angoli di visione fissi e predeterminati Share24 0 Roma – Oltre alle tradizionali revisioni annuali di iPhone, iPad e iMac, in quel di Cupertino pensano anche alla stereoscopia senza occhialini, uno schermo … Continua a leggere

Simone Cardilli defaccia il sito ” Buona Nascita “

Il sito http://www.buonanascitaonlus.org/ è stato defacciato da Simone Cardilli Defacciare significa bypassare un sistema di protezione , trovare una vulnerabilità o sfruttarla per poi cambiare l’index (Paggina principale) e prelevare password di un amministratore . L’autore di tale “ATTACCO” a preferito rimanere pubblico visto che voleva solo avvertire gli amministratore di tale vulnerabilità , per poi farla “aggiustare”